Il nuovo modo di leggere Napoli

WhatsApp: attenzione ai messaggi che bloccano lo smartphone, ecco come riconoscerli

di / 0 Commenti / 400 Visite / 10 agosto, 2020

accengage_whatsapp_notifications-kdtf-u313087946973byf-593x443corriere-web-sezioniDa circa un anno diversi utenti di tutto il mondo segnalano messaggi ricevuti su WhatsApp capaci di mandare in blocco non solo l’applicazione, ma tutto lo smartphone.

Il messaggio incriminato contiene una combinazione molto particolare di caratteri che appena vengono ricevuti dal destinatario gli mandano in blocco l’applicazione e nei casi più gravi l’intero smartphone. A mandare in tilt l’applicazione e lo smartphone probabilmente la difficoltà da parte del dispositivo di processare un numero così elevato di caratteri in un unico messaggio. E al momento non ci sono soluzioni semplici per sbloccare il dispositivo e farlo tornare a funzionare.

Alcuni utenti parlano della presenza di specifici gruppi creati su WhatsApp che hanno come unico obiettivo quello di inoltrare ad amici e parenti questa serie di messaggi in modo da bloccargli il dispositivo.

Il messaggio che manda in blocco il dispositivo, in realtà, non è solo uno. Si tratta di un gruppo di contatti con al proprio interno una serie di caratteri strani.

Non si tratta di un caso isolato: in passato si è verificato un problema simile con gli iPhone, che si bloccavano subito dopo aver ricevuto uno strano carattere indiano che lo smartphone non riusciva a renderizzare. Apple è sempre intervenuta con delle patch per far sì che l’iPhone non si bloccasse più, mentre WhatsApp non ha ancora trovato la soluzione a questo problema.

Se dovesse capitarvi questo scomodo inconveniente, l’unico modo che avete per sbloccare il vostro smartphone e il seguente: aprire il vostro profilo WhatsApp tramite l’app desktop o WhatsApp Web, entrare all’interno della conversazione incriminata e cancellare il messaggio ricevuto. In questo modo verrà eliminato anche sull’app dello smartphone e il dispositivo tornerà a funzionare.

Un consiglio: per non correre più il pericolo, bloccate il contatto che vi ha inviato il messaggio incriminato, in questo modo non potrà più disturbarvi.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)