Il nuovo modo di leggere Napoli

Orecchiette fatte a mano: la ricetta di “Mimmo il Pastaio”

di / 0 Commenti / 90 Visite / 19 febbraio, 2021

unnamedLe orecchiette fatte a mano sono un vanto ed un simbolo della tradizione gastronomica di una splendida regione d’Italia: la Puglia. In regione in tutte le case non mancano i tradizionali tavolieri in legno, sui quali le mamme e le nonne si apprestano a preparare, soprattutto nelle grandi occasioni e festività, chili e chili di pasta fresca fatta a mano. Indescrivibile il valore tradizionale e folcloristico di quest’attività, che si tramanda con tutte le sue regole ed i trucchetti segreti, di generazione in generazione.

Una variante di pasta richiestissima anche in Campania e che richiede tanto amore per essere preparata al meglio- spiega il pastaio Domenico Scognamiglio, titolare del laboratorio di pasta artigianale “Il tortellino pasta fresca” e per questo più che ferrato in materia di pasta lavorata a mano – per questo, per realizzare le mie orecchiette mi ispiro alla ricetta tradizionale pugliese.

Bastano tre semplici ingredienti e tanta passione per servire in tavola una pasta ricca di storia, sapore e poesia!

Ingredienti

  • 400 g di semola di grano duro rimacinata
  • Sale fino q. b.
  • 200 ml di acqua tiepida

Preparazione

Versate la farina di semola di grano duro rimacinata sul vostro tavoliere andando a formare una fontana e aggiungete un pizzico di sale. Iniziate versando l’acqua a temperatura ambiente al centro ed iniziate lavorando con le dita incorporando la farina un po’ per volta facendo in modo che si assorba l’acqua che vi state versando.

Lavorate il tutto impastando con le mani, ottenendo un insieme omogeneo ed elastico; dopo circa 10 minuti di lavorazione date una forma rotonda al vostro impasto e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per 15 minuti. Una volta passato questo tempo, prelevare un pezzo d’impasto e lasciate il resto sotto il canovaccio. Lavorate il vostro pezzo di pasta realizzando un piccolo filoncino dello spessore di 1 centimetro. Ricavate dal vostro filoncino dei piccoli pezzi di pasta di 1 cm. Aiutandovi con un coltello a lama lisci andate a formare delle conchigliette trascinando verso di voi il pezzettino, aiutandovi con della farina sparsa sulla spianatoia. Una volta effettuata l’operazione di trascinamento rigirate le vostre orecchiette su se stesse. Ripetete la vostra operazione sino a terminare l’impasto.

Una volta acquisita dimestichezza con la tecnica, sarà facilissimo per voi preparare delle ottime orecchiette a mano.

Come condirle?

Per onorare al meglio la tradizione, le cime di rapa sono l’ideale, ma anche un ottimo ragù di carne si sposa benissimo con questa delizia.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)