Il nuovo modo di leggere Napoli

L’appello della mamma del ragazzo scomparso a Caivano: “La camorra deve ridarmi mio figlio, vivo o morto”

di / 0 Commenti / 5985 Visite / 17 ottobre, 2021

15360802Un appello accorato e straziante quello della madre di Antonio Natale, il 22enne scomparso insieme ad altre persone dallo scorso 4 ottobre, dopo essere finito nel giro dei pusher nella zona del Parco Verde di Caivano.

Non si arrende la signora Anna, la mamma di Antonio Natale, il 22enne di Caivano scomparso da circa due settimane dal parco Verde. Continua a chiedere che gli venga consegnato il corpo del figlio, vivo o morto.

Durante il pomeriggio di sabato 16 ottobre, la donna e moltissime altre persone del posto, tra i quali i familiari e gli abitanti del parco Verde, ma anche il sindaco di Caivano Enzo Falco e Don Patriciello, hanno aderito alla fiaccolata organizzata per supportare la battaglia di una mamma disperata e consumata dal dolore.

Dopo un periodo trascorso in Germania, dove lavorava come pizzaiolo, Antonio, una volta tornato a Caivano, avrebbe iniziato a frequentare una famiglia di spacciatori, secondo le ricostruzioni della madre. Sarebbe finito in un giro di droga che lo ha coinvolto in diverse risse. In casa si sono resi conto del cambiamento e delle nuove possibilità economiche del giovane. La madre lo ha anche denunciato ai Carabinieri per cercare di proteggerlo.

Lo scorso 4 ottobre, Antonio è uscito con alcune persone, che oggi risultano irreperibili, ed è scomparso nel nulla. 

1633539671071antonio06102021_scheda

Sulla vicenda è intervenuto anche don Patriciello che ha esortato le persone in possesso di informazioni a farsi avanti.

Qualche giorno fa, diverse persone si sono incontrate per fare delle ricerche spontanee nei pressi dei Regi lagni, perlustrando una grande zona periferica, alla ricerca del corpo del giovane o di qualche traccia utile al suo ritrovamento.

Lunedì 4 ottobre il 22enne è uscito di casa riferendo che si sarebbe recato in via dei Mille a Napoli per fare shopping da Gucci. Un particolare confermato dalle immagini delle telecamere del negozio, dove si vede chiaramente Antonio fare acquisti nel negozio insieme ad un amico.  Le indagini in corso hanno accertato che insieme a loro vi fossero anche uno zio e un cugino di Antonio. Anche i due sono scomparsi da giorni.

La madre di Antonio, intanto, dopo aver ricevuto un messaggio strano dal figlio, ha iniziato ad insospettirsi. Dopo diverse chiamate al cellulare alle quali non il figlio non ha mai risposto, la donna ha immediatamente lanciato l’allarme, dando il via alle ricerche. La signora Anna ha quindi sporto una denuncia di scomparsa ai carabinieri e ha contattato la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?” che si sta occupando del caso.

Un appello che la donna ha rilanciato con veemenza dia microfoni di Radio Marte, dove nei giorni scorsi è stata ospite nel corso del programma “La Radiazza” di Gianni Simioli: “La camorra mi deve ridare mio figlio, vivo o morto. Ho denunciato tutti, ho fatto i nomi di tutti. Non mi fermo qui“, queste le parole con le quali la madre di Antonio rivendica con forza di conoscere la verità in merito alla misteriosa sparizione del figlio.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)