Il nuovo modo di leggere Napoli

Intervento di rinoplastica: un efficace rimedio contro i disturbi del sonno

di / 0 Commenti / 54 Visite / 19 ottobre, 2021

rinofiller-rinoplastica-non-chirurgicaIntervento di rinoplastica  ha conosciuto negli ultimi anni una forte espansione.

Dovuta principalmente alla necessità sempre maggiore delle persone di risolvere dei problemi di natura estetica. In realtà, però, in alcuni casi, un intervento chirurgico al naso è richiesto anche per assicurare la corretta funzionalità delle narici. Gli interventi di chirurgia del naso sono diversi e solitamente classificati in: Rinoplastica Rinosettoplastica  Settoplastica Cosa si intende per rinoplastica La rinoplastica viene usualmente conosciuta come chirurgia di rimodellamento del naso, in quanto permette di effettuare una modifica della forma o delle dimensioni (o di entrambi gli aspetti) del naso, in modo da fornirgli una conformazione più armonica, senza che venga alterata la fisionomia complessiva. Con questo tipo di intervento di chirurgia del naso si riescono ad aumentare o diminuire le dimensioni dello stesso, si può cambiare la forma del dorso e della punta o modificare l’apertura delle narici; in alcuni casi, si può intervenire anche per cambiare l’angolo esistente tra la punta del naso e il labbro superiore.

 All’interno degli interventi di rinoplastica viene poi effettuata un’ulteriore classificazione: rinoplastica primaria e secondaria rinoplastica etnica rinoplastica chiusa e apertaLa rinoplastica primaria è un tipo di intervento che permette di correggere degli inestetismi di natura congenita quali possono essere la presenza di una gobba, un naso storto o il setto nasale non allineato; in realtà, la definizione di questo tipo di rinoplastica dipende dal fatto che si tratta in assoluto del primo intervento di chirurgia del naso che viene effettuato sul paziente. È fondamentale, in questo caso, rivolgersi ai migliori specialisti. Non sono pochi, nell’hinterland lombardo, i pazienti che decidono di muoversi verso il capoluogo per mettersi alla ricerca del miglior chirurgo plastico in rinoplastica di Milano, centro strategico di raccolta dei chirurghi più preparati in questo campo.

Allo stesso modo, viene definita rinoplastica secondaria l’operazione che viene eseguita quando il paziente ha già subito in precedenza un intervento correttivo di inestetismi del naso. Ciò avviene quando la gravità della situazione o dell’inestetismo non permette di risolvere il problema con un unico intervento, rendendone necessari altri.Di diverso stampo sono invece gli interventi di rinoplastica di natura etnica. Qui si tratta di veri e propri interventi di chirurgia estetica cui si sottopongono pazienti di origine africana o asiatica che cercano di cambiare i lineamenti del proprio naso in modo da riprodurre i tratti tipici di un naso di una persona di origine occidentale. Un intervento alquanto complesso poiché si tratta di dover ricostruire e modellare buona parte delle cartilagini del naso per ottenere una forma del naso ben diversa da quella iniziale.

Gli interventi di rinoplastica chiusa sono, in linea di massima, poco invasivi e sono effettuati per correggere dei piccoli inestetismi, intervenendo all’interno della piramide nasale. Diversamente, la rinoplastica aperta serve a correggere inestetismi e difetti rilevanti e prevede una piccola incisione alla base della piramide nasale. Anche se nella classificazione degli interventi di chirurgia del naso abbiamo elencato prima la rinosetto  plastica, è meglio parlare ora della settoplastica. A differenza dell’intervento di rinoplastica che, come abbiamo visto, ha una finalità essenzialmente estetica, la setto  plastica tende ad intervenire sul setto nasale deviato che, attraverso un intervento chirurgico, viene raddrizzato.

 

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)