Il nuovo modo di leggere Napoli

27 gennaio, giornata della memoria: gli eventi in programma a Napoli

di / 0 Commenti / 48 Visite / 26 gennaio, 2022

immagini-giornata-della-memoriaGiovedì 27 gennaio è la Giornata della Memoria, un momento di ricordo e riflessione sul dramma della Shoah, affinchè lo sterminio del popolo ebreo non venga dimenticato. Una giornata ricca di appuntamenti ed eventi in tutta Italia.

Molteplici le iniziative in programma a Napoli:

Alle 9.15 esponenti del Sindacato unitario giornalisti della Campania saranno in piazza Bovio, nei pressi delle pietre di inciampo che ricordano i nomi delle vittime napoletane della Shoah. Lo si apprende da un comunicato diramato dal Sugc, il sindacato dei giornalisti campani. Saranno presenti la presidente della Comunità ebraica di Napoli Lydia Schapirer e il giornalista e storico della Shoah, Nico Pirozzi, presidente dell’associazione “Memoriae”. Sarà l’occasione per confermare la collaborazione e la vicinanza alla comunità ebraica del Sugc, che sta lavorando da tempo sul tema della memoria, anche attraverso corsi di formazione rivolti ai giornalisti, insieme con la Comunità ebraica e con la Federazione delle associazioni Italia-Israele, presieduta da Giuseppe Crimaldi.

Alle ore 10 avrà luogo la cerimonia commemorativa organizzata dal comune di Napoli con la deposizione di una corona di fiori in via Luciana Pacifici.

Alle 11, presso l’auditorium del Mav (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano si terrà un nuovo appuntamento dell’iniziativa “Arte Musica e Memorie” con “La Musica della Shoah: concerto della memoria”. L’evento organizzato è dal Comune di Ercolano con il contributo della Città Metropolitana di Napoli; l’ingresso è gratuito (fino ad esaurimento posti).

Alle 17.30, presso lo spazio Guida di via Bisignano 11, sarà spunto di riflessione il libro dal titolo “Dopo Auschwitz, la speranza” (Guida editori) di Angelo Cirasa. Con l’autore ci saranno il professore Enrico Ariemma, il presidente nazionale della Federazione Italia Israele Giuseppe Crimaldi e il giornalista Luca Maurelli.

Il San Carlo celebra la Giornata della Memoria con un concerto speciale e l’esecuzione del Quatuorpour la fin du Temps di Olivier Messiaen in programma alle 20.30. Si tratta di una delle partiture simbolo di questa giornata eseguita per la prima volta dallo stesso Messiaen insieme con altri tre detenuti il 15 gennaio 1941 nel campo di concentramento tedesco di Görlitz: il violinista Jean Le Boulaire, il violoncellista Etienne Pasquier e il clarinettista Henri Akoka. Ad eseguirla al San Carlo sarà il quartetto composto da Gabriele Pieranunzi (violino), Gabriele Mirabassi (clarinetto), Silvia Chiesa (violoncello) Maurizio Baglini (pianoforte). Tra una sezione e l’altra delle otto che compongono il brano, la voce narrante di Guido Barbieri – critico musicale, drammaturgo, voce storica di Radio3 – racconterà le vicende dei quattro musicisti detenuti.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)