Il nuovo modo di leggere Napoli

Napoli: insultato ed accoltellato senza motivo

di / 0 Commenti / 95 Visite / 5 ottobre, 2014

untitledÈ accaduto ancora una volta, per l’ennesima volta: la cronaca contemporanea ci consegna storie prive qualsiasi logica e buon senso.

Non che la criminalità e la violenza di per sé ne sano munite, tuttavia, al cospetto di taluni atti d’inconsulta violenza, tanto gratuita quanto irruenta, non si può che rimanere inermi e desolati.

Perché quella che emerge è “la violenza cruda e scellerata” quella dettata dalla noia dal “desiderio di far male” o dalla semplice voglia di “seminare paura” per far prevalere la propria opinabile supremazia, in quanto.

Tuttavia, quella palesata con l’ausilio dell’arroganza di un’arma, non è forza, ma vigliaccheria.

Questo genere di violenza è quella che può colpire e sopraffare ciascuno di noi, in ogni momento, senza alcun margine di previsione o preavviso.

Un uomo di 30 anni, un uomo qualunque, un 30enne qualunque, è stato accoltellato nel centro di Napoli da due giovani, mentre stava andando a buttare la spazzatura.

I due lo hanno prima preso in giro e insultato e poi di fronte alla sua reazione sono scattati aggressione ed accoltellamento.

L’uomo, dipendente di un bar in piazza Miraglia, ferito alla spalla sinistra, si è trascinato su una panchina del Vecchio Policlinico.

Chissà semmai verrà trovata una plausibile risposta ad un semplice quesito: perché?

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)