Il nuovo modo di leggere Napoli

Il gelato: storia del più gustoso fenomeno d’aggregazione sociale

di / 0 Commenti / 138 Visite / 30 giugno, 2015

bacioIl gelato non è un dolce, per quanto variegata e versatile è la sua anima, al suo estro e alle sue doti non possono essere posti dei limiti.

Non è imbrigliato ai vincoli imposti dall’alternarsi delle stagioni, né esiste un orario giusto per concedersi un momento di puro piacere: dalla notte fonda al primo pomeriggio, è sempre il momento giusto per gustare un buon gelato.

Darsi appuntamento in una gelateria, vuol dire riporre un’inestimabile fiducia nel nome che si pronuncia, perché vuol dire accollarsi “la responsabilità” di assicurare ai propri amici che lì potranno gustare un ottimo gelato.

Analoga e “pericolosa” importanza viene ricoperta dalla responsabilità di chi si assume un impegno semplice, ma cruciale, sintetizzato in un’affermazione semplice: “al dolce ci penso io!”

Pertanto, vedersi accordare una simile fiducia da parte dei clienti, non può che rappresentare un motivo d’infinita soddisfazione per chi, come me, svolge questo mestiere da diversi anni, con passione ed abnegazione.

Il fatto che i nostri clienti si “assumano la responsabilità” di chiudere una cena portando i prodotti di Del’ice anche nelle case di chi non ci conosce e non li ha mai assaggiati prima, significa molto.

Per noi, ma ancor più per i clienti che dimostrano di carpire ed apprezzare nei nostri prodotti quel quid in più che gli permette di fare una bella figura e di lasciare tutti, prima a bocca aperta e poi soddisfatta!

Questa è soltanto una delle tante sfumature che arricchisce di significato e valore una specialità apparentemente semplice come il gelato, dietro alla quale, in realtà, si cela un mondo capace di trainare i sensi verso delle sensazioni piacevolissime.

È innegabile che, a prescindere dalle temperature segnate dai termometri e dalle condizioni climatiche, concedersi il piacere di gustare un buon gelato insieme alle persone alle quali vuoi bene è un piccolo piacere che arricchisce le nostre vite, rendendole meno amare.

Ecco, per questo preciso motivo, sento di poter affermare che il gelato, dall’alto della sua semplice essenza, si rivela capace finanche di assumere le perentorie e gradevoli fattezze del fenomeno di aggregazione sociale.

Credetemi, di giorno in giorno, intorno ai nostri gelati vedo fiorire delle emozioni genuine, quelle per le quali vale sempre la pena di gioire della vita e che rendono i nostri giorni sempre più speciali.

Francesco Salvo

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)