Il nuovo modo di leggere Napoli

La protesta dei Napoletani: in più di duemila per ribadire che “San Gennaro non si tocca”

di / 0 Commenti / 107 Visite / 5 marzo, 2016

182053596-f9e9ee7c-4471-49ed-b86a-6eae6d6d3439La preannunciata mobilitazione a tutela dei “beni di San Gennaro” in programma quest’oggi, 5 marzo 2016, alle ore 15, all’ingresso del Duomo di Napoli, ha accolto la fragorosa adesione di migliaia di napoletani.

Più di duemila persone hanno risposto “presente” alla “chiamata alle armi” generata dal monito «San Gennaro non si tocca».

170946230-b1314fdb-61c4-4133-ae0b-7728f06ec655

Come annunciato, i manifestanti hanno legato i fazzoletti bianchi, che si sventolano nel giorno del 170946230-b1314fdb-61c4-4133-ae0b-7728f06ec655miracolo, all’ingresso della Cappella per protestare contro il decreto Alfano Protesta dei fedeli "Giù le mani da San Gennaro"che affida al cardinale, sottraendola al sindaco, la nomina di quattro componenti della Deputazione che da oltre 500 anni gestisce il tesoro del patrono della città. La stessa Deputazione che rappresenta la nobiltà e il popolo si è riunita, per la prima volta, assieme ad alcuni cittadini per decidere le prossime mosse da attuare per portare avanti la protesta.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)