Il nuovo modo di leggere Napoli

Giochi, la Campania rappresenta il 18% del volume di gioco nazionale

di / 0 Commenti / 106 Visite / 23 marzo, 2016

wInternet ha rivoluzionato le nostre vite. E continua a farlo anche nelle abitudini più piccole. Basti vedere l’esempio del gioco d’azzardo, una delle tradizioni più frequenti in Italia trasformata radicalmente dall’avvento dell’online. Se un tempo i giochi da casinò erano praticabili soltanto nelle sale da gioco, oggi internet ha stravolto le gerarchie. Innovando, rilanciando o togliendo interesse specialità di gambling diverse.

 

Chi ha beneficiato maggiormente della rivoluzione della rete è stato il mondo delle slot machine, diventato in fretta il più gettonato dai giocatori. Il motivo? Puntate veloci, maggiore giocabilità, tempo di attesa praticamente inesistente e pagamento immediato delle vincite. Aggiungendo poi alcune possibilità offerte dai siti più esperti, come 32Red che fornisce ai propri clienti un’ampia gamma di macchinette con cui divertirsi, calibrando l’entità del jackpot e le probabilità di vincita. Il settore delle slot machine e delle videolottery costituisce attualmente il 55% del mercato in rete, più della metà, un’enormità se rapportato alle altre categorie.

 

L’online ha portato una ventata d’aria fresca alle scommesse sportive, che anche nel 2015 hanno fatto registrare un lieve aumento, grazie all’ingresso nel circuito AAMS anche di competitors internazionali forti come Bet365. Nello scorso anno si è trattato del 6%, una percentuale sufficiente a far capire quanto i siti internet siano una possibilità in più alle classiche schedine alla ricevitoria. Certo gli utenti apprezzano la tempestività della puntata e ancora una volta del pagamento, fattori spesso decisivi nella scelta di usare internet. Chi invece ha risentito della novità costituita dalla rete è il settore di Lotto e lotterie, in calo dopo che il boom dell’online ha allontanato i clienti dalle ricevitorie. In alcuni casi la fortuna è comunque tentata nelle specialità di lotto in rete, ma più frequentemente si sceglie di cambiare tavolo da gioco. Magari affidandosi a terreni riscoperti proprio grazie al web: è il caso di blackjack e roulette, che stanno vivendo una seconda giovinezza dopo che il popolo di giocatori ha ritrovato il piacere di scommettere sul numero su cui si ferma la pallina o sulla speranza di arrivare a ventuno preciso. Un’opportunità più concreta ora che i tavoli verdi si trovano a portata di mano, sui software disponibili sul pc o sulle mobile app.

 

Regione particolarmente appassionata al gioco d’azzardo è la Campania, che secondo AGIMEG si trova agevolmente al primo posto nella classifica delle regioni con una maggior percentuale di puntate. I campani costituiscono infatti il 18% del volume di gioco nazionale, inglobando una quantità che teoricamente dovrebbe essere di tre regioni e mezzo (stando alla media). Una percentuale che ben rappresenta l’amore per il gambling della popolazione locale, in testa nelle graduatorie dei tornei online in quasi tutte le specialità più praticate. È così per le scommesse sportive (il 23% degli scommettitori italiani sono campani), per il poker cash game (18%) e versione torneo (16%), così come per gli skill games e i casinò games (entrambi a loro volta al 16%). Una presenza massiccia che testimonia l’attaccamento a un divertimento sempre più amato. Da italiani e campani, per una volta la penisola è unita in una passione.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)