Il nuovo modo di leggere Napoli

Favole Sottoterra: i racconti nel Museo del Sottosuolo

di / 0 Commenti / 166 Visite / 17 ottobre, 2016

Magiche e fantasiose storie ritornano per incantare con forte carica evocativa, sullo sfondo di alcuni dei luoghi più belli di Napoli, le orecchie di tutti coloro che sono disposti ad accoglierle e lasciarsi trascinare lontano dalla realtà per catapultarsi in un mondo da scoprire ed esplorare con curiosità ed entusiasmo, quasi ritornando a quello stesso animo dei primordi dell’infanzia, accompagnati dal sublime connubio musica-parole.

Dopo lo spettacolo di settembre, tenutosi nel Chiostro di San Lorenzo Maggiore, “Favole del Mare”, Massimo Andrei (regista e narratore) ci riaccompagnerà  ad immergerci in storie nuove, non più popolate da creature marine, ma ambientate sotto i nostri piedi, proprio nel sottosuolo. Una serie di storie comiche e fantasiose, tratte dalle fiabe di Basile, sono pronte per stupire e meravigliare gli spettatori, uno spettacolo da non lasciarsi sfuggire, un’occasione per sognare e sospendere la realtà per una sera. Anche il luogo scelto per la rappresentazione fa la sua bella parte: l’atmosfera data dal Museo del Sottosuolo, a 25 metri sotto terra, appare, di fatti, la scelta più suggestiva per mettere in scena questo spettacolo.

I personaggi che accoglieranno gli spettatori saranno Pascale (Massimo Andrei); la figlia Catarina (Eduarda Iscaro); Romina la vecchia (Adelaide Oliano); ‘Ntuono l’orco buono (Massimo Andrei); il principe Pasqualino (Christian Mischettino) ed infine il “munaciello” (Massimo Bonsai).

Favole Sottoterra“, prodotto da “Tappeto Volante“, verrà rappresentato il sabato alle 19.30 e la domenica alle 18.30, a partire dal 15 ottobre fino alle fine di Gennaio 2017. Il costo del biglietto intero è pari a 20 euro, mentre per i bambini fino a 10 anni è ridotto a 12 euro. Per partecipare all’evento è obbligatoria la prenotazione ai numeri 0818631581 – 3391888611 o per email all’indirizzo info@tappetovolante.org.

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)