Il nuovo modo di leggere Napoli

17 gennaio, il falò di Sant’Antonio: gli eventi in programma in Campania

di / 0 Commenti / 474 Visite / 14 gennaio, 2017

focarone_2012 Appuntamento martedì 17 gennaio a Palma Campania con il tradizionale “Focarone di Sant’Antuono“, l’evento – che si svolgerà nell’area via Macello presso la Scuola Materna – volto a celebrare la festività di Sant’Antonio Abate.

Annualmente l’Associazione Culturale “O’ Pizzone” si impegna nell’organizzazione della manifestazione che di fatto segna anche l’inizio delle celebrazioni del Carnevale.

Martedì 17 gennaio a partire dalle ore 18.30 si celebrerà la Santa Messa mentre alle ore 19.30 saranno aperti gli stand gastronomici, si potrà ascoltare musica del vivo e si provvederà all’accensione del focarone.

La manifestazione si concluderà alle ore 22.00.

In caso di pioggia l’evento sarà rimandato a sabato 21 gennaio.

Edizione numero 24 per “A carcar e Sant’Antuono”, la manifestazione che si tiene il 17 gennaio a Solofra, in provincia di Avellino. La cittadina irpina celebra così Sant’Antonio Abate con un appuntamento che si rinnova anno dopo anno in località Balsami.

L’appuntamento è a partire dalle ore 18.30 con la celebrazione della Santa Messa, alla quale seguirà la benedizione dei falò. La serata continuerà con un momento conviviale dove si potranno degustare ottimi piatti tipici realizzati con le antiche ricette del luogo.

L’evento è organizzato dal Comune di Solofra, dalla locale Pro Loco e dall’Associazione Rione Balsami.

La comunità del Santuario di Maria SS. Liberatrice dai Flagelli di Boscoreale, in provincia di Napoli, organizza martedì 17 gennaio “O fucarazzo di Sant’Antuono“.

L’evento, che si svolgerà presso il Santuario che sorge in via Gesuiti 23 a Boscoreale, prenderà il via alle ore 18.30 con la celebrazione della Santa Messa, a seguire ci sarà la benedizione e l’accensione del falò.

Il momento conviviale proseguirà con la degustazione di un panino con “sasicc’ e friarielle” e tanta musica.

Anche la Parrocchia di Santa Maria La Pietà, frazione di San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, si appresta a celebrare la ricorrenza legata a Sant’Antonio Abate.

“Sant’Antonio patrono degli animali e patrono del fuoco. Nelle nostre zone il culto di Sant’Antonio è molto radicato per la terra e gli animali. Vogliamo onorare questo santo e pensare anche ai nostri ‘amici’ animali” – si legge nel manifesto che annuncia l’evento di martedì 17 gennaio 2017 presso la parrocchia diretta da Don Francesco Feola.

La serata prenderà il via alle ore 19.00 con la celebrazione della Santa Messa. Alle ore 20.30 in Piazza Santa Maria La Scala è in programma la benedizione degli animali.

La giornata in onore dell’Abate si concluderà con l’accensione del tradizionale falò con tammorre e panini nel campetto parrocchiale a partire dalle ore 21.00.

Appuntamento con la tradizione a Castel Morrone, il paese in provincia di Caserta che si appresta a celebrare i falò in onore di Sant’Antonio Abate, con un evento organizzato dall’associazione 1000lire dal titolo “O Fuoc e’ Sant Antuono”.

L’appuntamento è per martedì 17 gennaio 2017 a partire dalle ore 20.00 lungo la Strada Provinciale Finestre per una serata all’insegna di ottima musica, castagne, vino rosso e, come gran finale, l’entrata del Carnevale nel paese, come da tradizione.

Vibonati si appresta a celebrare degnamente Sant’Antonio Abate, patrono della cittadina del Cilento, in provincia di Salerno. Il Santo sarà omaggiato con una due giorni di eventi durante i quali protagonisti saranno i fuochi pirotecnici e la tradizionale processione.

Appuntamento lunedì 16 e martedì 17 gennaio 2017 (quest’ultimo, giorno che la Chiesa dedica al protettore degli animali) per la processione della statua – custodita nel Santuario cittadino – lungo le strade del paese.

A Vibonati, inoltre, Sant’Antonio Abate sarà celebrato anche con una serie di spettacoli pirotecnici che prenderanno il via lunedì 16 gennaio a partire dalle ore 20.30, con l’esibizione della Pirocilento Fireworks di Vibonati.

Martedì 17 gennaio, alle ore 15.00, è in programma lo spettacolo dei fratelli Romano di Angri, a cura dell’Associazione IGNIS GAUDIUM, mentre alle ore 16.00 circa, al rientro della processione, “L’Artificiosa” dei F.lli Di Candia da Sassano renderà un omaggio pirotecnico al Santo. Lo spettacolo pirotecnico finale, previsto alle 20.30, vedrà esibirsi la “Pirotecnica S. Severo di G. Del Vicario” di San Severo, in provincia di Foggia; l’Associazione IGNIS GAUDIUM; la “Senatore Fireworks di V. Senatore e Figli” di Cava de’ Tirreni e l’Associazione Amici dei Fuochi di Vibonati.

 

 

 

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)