Il nuovo modo di leggere Napoli

Saune infrarossi: dal vapore al calore elettromagnetico tutti i benefici

di / 0 Commenti / 50 Visite / 17 settembre, 2019

400bc_sauna_grande_4_persoePer purificarsi e togliersi lo sporco giornaliero e ambientale, risanare la propria mente e spiritualità, curare mali ossei o muscolari, rendere la pelle lucida e favolosa, ritrovarsi con amici, concittadini o simili in un posto di purificazione e tranquillità. Dal passato arriva uno spazio magico, un tipo di ambiente e costruzione che sfruttando acque termali naturali, presenza del sole, vapore acqueo, posizione geografica favorita permette al corpo di rigenerarsi con mille benefici fisici e mentali.
Parliamo della sauna, la necessità di creare un luogo chiuso dove grazie a vapore creato da acqua riscaldata con fuoco o pietre incandescenti arriva dalla Finlandia, sauna infatti è una parola finldandese che descriveva le dimore invernali. In queste dimore invernali non solo ci si riscaldava ma si guarivano anche i mali creati dal grande freddo soprattutto su ossa, muscoli contratti e vie respiratorie. Nell’antica Roma così come l’Antica Grecia le saune venivano chiamati in altro modo, si trattava per lo più di terme con costruzioni chiuse o piccole grotte riparate che grazie a sorgenti naturali di acqua calda curavano le persone sia nel corpo che nello spirito grazie a piccole biblioteche, spettacoli teatrali e altre attività intellettuali, tanto per rispettare l’antica metafora latina “mens sana in corpore sano, tratto dal Giovenale, Satire del 356 a.C. Dall’antica Roma, dalla Finlandia, si passa agli egizi che sfruttavano le terme collegate all’acqua del Nilo, ai bagni turchi e all’esigenza nella vita musulmana di purificare il corpo e lo spirito anche attraverso il bagno caldo o di vapore. Ricordiamo che anche in Asia e in America Latina si conoscono dall’antichità gli effetti positivi del calore e del vapore acqueo, aggiungendo anche essenze vegetali e profumate che incidono sullo spirito oltre che sulle vie respiratorie.

Vapore e raggi infrarossi: differenze, utilizzi e benefici

La medicina e l’estetica hanno modernizzato la sauna per sfruttare al meglio i suoi effetti benefici, grazie alla tecnologia e alle innovazioni scientifiche la creazione delle saune è diventata indipendente dalle risorse naturali e geologiche come fumarole, si possono creare anche lontano da acque termali e fonti di calore magmatiche anche se queste sono favorite per tradizione e conoscenza millenaria. Il vapore acqueo unito ad essenze naturali come pietre e vegetazioni ha effetto positivo su pelle, vie respiratorie, ossa e muscoli. Solo 15 minuti di sauna puliscono la pelle, rafforzano il sistema immunitario, calibrano la temperatura corporea e il sistema di termoregolarizzazione, utile in caso di febbre e raffreddore. Si migliora la circolazione, si crea benessere fisico e mentale che contrastano lo stress. Insieme ad altre persone, conosciute, famigliari ma anche diverse (se non si è timidi e si ha confidenza) si stimola sicurezza intima ed equilibrio psico corporeo. La sauna stimola il rilascio dell’endorfina che abbatte stress, depressione, cali di umore utile anche a sportivi e persone attive.
Esistono diversi tipi di saune, alcune utilizzano solo acqua e vapore altre hanno integrato l’uso di radiazioni elettromagnetiche positive come le saune infrarossi. Le radiazioni infrarossi (sigla IR = Raggi infrarossi) sono naturalmente prodotti dal sole ma anche da fonti di calore naturale e dal nostro corpo, nel caso di saune e centri estetici o sportivi da macchinari appositi. La radiazione infrarossi ha un effetto diretto sul metabolismo cellulare, stimola l’energia del corpo portando benefici a muscoli, ossa e grasso corporeo che viene contrastato se in eccesso.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)