Il nuovo modo di leggere Napoli

Coronavirus, il mondo sportivo piange la prima vittima: è una 23enne

di / 0 Commenti / 9592 Visite / 27 febbraio, 2020

20200227_160938 Una calciatrice di futsal è morta all’età di 23 anni, dopo aver contratto il coronavirus. 

Elham Sheikh, una sportiva della squadra di Qom, una città a 140 chilometri da Teheran, è morta durante la giornata di mercoledì 26 febbraio, in un ospedale in Iran.

Elham era una professionista iraniana di futsal e secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Rokna è morta di Coronavirus. La calciatrice 23enne aveva giocato per la squadra nazionale di futsal femminile iraniana.

Il futsal in Iran è una versione del calcio su campi in terra battuta con cinque giocatori per squadra.

I dirigenti della squadra in cui giocava la giovane hanno reso noto che alla 23enne era stato diagnosticato il coronavirus (Covid-19) dieci giorni fa.

Secondo le statistiche, le probabilità che una ragazza di 23 anni, come la sportiva in Iran, muoia di questa malattia sono dello 0,2%.

 Sono saliti a 254 i casi di contagio e 26 le morti dichiarati dalla Repubblica Islamica. Anche la vicepresidente iraniana Masumeh Ebtekar, con delega per le donne e la famiglia, è risultata positiva al coronavirus e posta in isolamento, secondo quanto dichiarato dalla sua portavoce all’agenzia Ilna. Inoltre, i media iraniani hanno riferito che Hadi Khosroshahi, ex ambasciatore in Vaticano, poi capo dell’ufficio di rappresentanza dell’Iran al Cairo, in Egitto tra il 2001 e il 2004, e consigliere dell’ex ministro degli Esteri, è deceduto a causa di infezione da virus.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)