Il nuovo modo di leggere Napoli

E se qualcuno controllasse il tuo smartphone? Attenzione alla Sim Swap, la truffa del momento

di / 0 Commenti / 152 Visite / 12 agosto, 2020

foto-wordpress-cindy-86Oggi i criminali informatici, per impossessarsi dei tuoi dati, utilizzano tecniche sempre più sofisticate per poterti trarre in inganno. Come? Via e-mail, SMS, telefono, internet e social network. Saper riconoscere i tentativi di frode online è fondamentale per potersi tutelare. In questa pagina trovi utili informazioni per imparare a difenderti.

CONOSCI LA TRUFFA DEL MOMENTO?
È la SIM Swap: attenzione se la SIM del tuo smarphone non funziona.

Ecco cosa potrebbe capitare dopo aver subito un attacco di Phishing. Una delle tecniche più recenti di frode è lo SIM SWAP! Come funziona? Dopo che i criminali si sono impossessati delle credenziali di accesso dei tuoi Servizi Online e del tuo numero di cellulare, copiano la Sim del tuo telefono su una nuova scheda Sim controllata da loro.

I segnali più comuni per riconoscerla:

  • Il tuo telefono, smette di funzionare, ovvero perde inaspettatamente il segnale e non ti è più possibile inviare/ricevere SMS o fare chiamate.
  • Ti potrebbe chiamare un presunto operatare telefonico che ti informa che ci potrebbero essere dei problemi di linea sul tuo smartphone ma di non farci caso. Oppure potresti ricevere un SMS con lo stessa informazione. Non fidarti!
  • Potresti ricevere molte chiamate fastidiose che ti spingono a spegnere il telefono per non essere disturbato. Non farlo!

Cosa fare se pensi di essere stato vittima di Sim Swap:

  • Controlla subito il tuo conto.
  • Contatta immediatamente il Servizio Clienti della tua banca per bloccarne temporaneamente l’operatività.
  • Contatta subito il tuo gestore telefonico per informarlo della truffa e bloccare lo scambio della Sim.

 

COME DIFENDERSI?
Impara a riconoscerli e proteggiti!

Lo sai che quello che ti viene proposto non è sempre vero? Possono sembrare messaggi simili a quelli che ti invia la tua banca ma, in alcuni casi, sono dei falsi! Identificare i principali tentativi di phishing è il primo step per difendere i tuoi risparmi. Ad esempio diffida da:

  • Un’e-mail con un mittente diverso da quelli che la tua banca utilizza abitualmente per inviarti comunicazioni.
  • Un sms che richiede di cliccare su un link per sbloccare o verificare il tuo conto, oppure che ti invita a chiamare numeri di telefono per verificare movimenti sospetti sul tuo conto.
  • Una telefonata da un presunto Servizio Clienti che ti chiede codici OTP del tuo Pin.
  • Un post social che promette ricompense in premi o denaro in cambio di dati personali.

La tua banca non ti chiederà mai di fornire dati personali, codici generati dal Pin, credenziali di accesso, il PIN della carta, tramite email, SMS, telefono e social network. Diffida sempre se ricevi questa richiesta.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)