Il nuovo modo di leggere Napoli

Le dieci cose da fare assolutamente in Campania, ecco alcune idee efficaci per un soggiorno da sogno

di / 0 Commenti / 18 Visite / 9 settembre, 2020

collage-articoloVisitare Napoli e la Campania sono tra la prime destinazioni a cui si pensa quando si pianifica un viaggio nel Sud Italia. Questa regione, in particolare il suo capoluogo, per anni hanno pagato lo scotto di numerosi luoghi comuni che gli si attaccano alla pelle, eppure negli anni la situazione è mutata considerevolmente fino a diventare oggi una piacevolissima distesa di città d’arte e di mare da visitare, le quali negli ultimi anni hanno saputo coniugare la storia e le tradizioni con la modernità. Anche la cordialità e l’ospitalità dei campani non vanno tralasciate.

In termini di gastronomia, un soggiorno a Napoli è ovviamente un’opportunità per banchettare con le specialità tipiche come la pizza e la pasta fatta in casa. Scendendo ancora più a sud troviamo il Cilento, sede della nascita della celeberrima “dieta mediterranea”, il regime alimentare che ancora oggi è ritenuto il più completo e sano da adottare.

Arrivare a Napoli è molto facile, ed è possibile raggiungere il capoluogo campano sia in aereo, che con ogni altro mezzo a disposizione. Tuttavia la vera forza del raggiungere la città in aereo è che l’aeroporto di Napoli Capodichino dista solo 7 km dal centro della città, ovvero 20 minuti scarsi in autobus o in taxi.

Tra le società di voli low cost che servono questa pista c’è anche la compagnia di bandiera irlandese che vanta un ottimo servizio assistenza clienti Ryanair a cui ogni utente può rivolgersi per qualsiasi problema sia all’imbarco che allo scalo aereo.

Quindi, convinto? Ecco le 10 cose fondamentali da fare in Campania!

  • Visitare la città di Napoli

Impossibile non visitare la Campania senza passare per Napoli. Capoluogo della regione, Napoli è una delle città più belle d’Italia. Con la sua straordinaria ricchezza culturale, qui troverai innumerevoli cose da fare. Dalle meraviglie del Palazzo di Capodimonte, immerso in un magnifico bosco, al Borgo Orefici, passando per Castel Sant’Elmo, Palazzo dell’Ovo e Piazza Plebiscito, impossibile non restare stupiti!

Anche l’architettura merita una visita. Napoli, infatti, avendo conosciuto diversi periodi di dominazione, ha un mix architettonico che la rende inimitabile. Scoprirete così l’influenza degli Angiò, della Spagna, dei Borboni o del periodo barocco.

Napoli è anche l’occasione per fare una pausa golosa. Tra la mitica pizza, il ragù napoletano o la Sfogliatella, c’è un’alternativa soddisfacente per ogni palato.

  • La Costiera Amalfitana

Hai voglia di un po’ di colore e acqua cristallina? Dirigiti verso la Costiera Amalfitana. Questa costa, situata in provincia di Salerno, è uno dei posti più belli d’Italia. Classificato come patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1997, i suoi pittoreschi villaggi e la diversità dei paesaggi attirano milioni di visitatori ogni anno. Le principali città della costa sono Amalfi, Positano, Praiano e Ravello. Vedrai magnifiche case e strade incantevoli.

  • Capri

Come puoi immaginare, è necessario prendere il traghetto per arrivare a Capri. Per evitare spiacevoli sorprese, puoi prenotare il tuo traghetto online. Il vantaggio è semplice: avrai la massima tranquillità il giorno dell’escursione.
Come sbarcherai al porto sentirai subito l’energia e l’atmosfera vivace, soprattutto nelle zone intorno alla piazzetta.

Tappa obbligatoria dovrà essere una visita ai Giardini di Augusto. Per solo 1 €, questo piccolo ma curato giardino offre non solo una splendida vista sui Faraglioni, ma anche l’incredibile Via Krupp, che zigzaga fino a Marina Piccola. Mentre cammini per i vicoli tortuosi verso i giardini, troverai alcuni dolci tesori che incontrerai, come la rinomata gelateria Buonocore o il profumificio isolano Carthusia. Più vicino ai Giardini, non perdetevi il chiosco che serve un’incredibile granita agli agrumi, un altro ottimo modo per rinfrescarsi in una sfolgorante giornata estiva.

Mentre una gita di un giorno a Capri graffia a malapena la superficie di tutto ciò che c’è da fare a Capri, con questi suggerimenti in mente, quando lascerai l’isola, starai già programmando il tuo ritorno.

  • Parco Nazionale del Vesuvio

Se vieni a visitare la Campania, avrai la possibilità di guadagnare quota. Culminando a 1.821 metri, questo è il tetto della regione. Il Vesuvio è una delle principali attrazioni turistiche d’Italia. È conosciuto in tutto il mondo per aver distrutto diverse città dell’epoca con la storica eruzione dell’agosto del 79 d.C., tra cui la famosa Pompei e la città di Ercolano.

Oggi è possibile scalare il Vesuvio attraverso i sentieri previsti a tale scopo. Per i più riluttanti, niente paura: l’ultima eruzione del vulcano risale al 1944.

  • Pompei

Se stai cercando un posto eccezionale, qui hai uno dei posti più straordinari di questo pianeta. È assolutamente impossibile non andare a Pompei quando si visita la Campania. Questa città romana, scomparsa durante la notte dell’agosto 79 d.C. sotto la pioggia di cenere del Vesuvio, ha uno stato di conservazione assolutamente incredibile. Quasi tutta la città e i suoi luoghi sono ancora in piedi, in tutto o in parte.

A Pompei, tuffati in un mondo a parte, tra le arene, i teatri antichi, i fori o le strade della città. Ti aspetta un vero viaggio nel tempo lungo quasi 2000 anni. Inoltre, se hai meno di 25 anni e sei cittadino di un paese dell’Unione Europea, l’accesso alla città costa solo 2 € quindi impossibile non godere di questo tour.

  • Caserta

Caserta è una cittadina nota per la sua residenza reale, la Reggia di Caserta. Questa residenza, costruita per i Borbone, mirava a competere con il Palazzo di Versailles e il Palazzo Reale di Madrid. La Reggia è quindi una delle più grandi del mondo e l’interno, ricco di marmi, è prodigioso.  Anche i suoi giardini sono mozzafiato. Distribuiti su oltre 120 ettari, sono costituiti da un giardino all’inglese e fortemente ispirati a quelli di Versaille.

  • Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

A sud della Campania, c’è il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. In totale, ben 180.000 ettari i quali ospitano quattro aree archeologiche, tra cui Paestum, ex colonia greca conquistata dai Romani durante la presa di Taranto, e Velia, sito greco – romano. Gli appassionati di vegetazione resteranno entusiasmati anche dalla flora del parco, la macchia mediterranea, rinomata per la sua varietà. Inoltre, il 10% di queste specie è ora a rischio estinzione.

Per gli amanti della natura e degli escursionisti alla ricerca di luoghi da esplorare, il parco naturale è riconosciuto come un punto caldo per i percorsi a piedi.

  • Parco Regionale del Matese

Il nostro percorso prosegue nella natura, all’altro capo della regione, nel Parco Regionale del Matese. Un paradiso per gli amanti dello sport e delle escursioni, offre numerose attività come trekking, mountain bike e sci d’erba.

Per quanto riguarda i paesaggi, essi offrono agli appassionati di ecoturismo un luogo di riposo e di scoperta. Tra due escursioni, la fauna circostante ti porta a incontrare lupi e altre aquile reali.

  • Salerno e provincia

Salerno è una città situata sul Mar Tirreno, nell’omonimo Golfo. Come Napoli, la città ha vissuto diversi periodi di dominazione come con i Normanni. Una presenza che le ha permesso di acquisire un’architettura normanno-arabo-bizantina, molto simile a quella di Palermo. Città dalle molteplici influenze, Salerno ospita altri stili che contribuiscono alla sua identità unica: la cattedrale romanica o il castello medievale dell’Arechi.

Dopo questa prima scoperta, dirigiti verso il mare, la cui costa è ricca di spiagge “Bandiera Blu”. Continua la tua visita ai paesi circostanti, rinomati per il loro fascino.

Per i più gourmet, Salerno offre un viaggio culinario eccezionale. Infatti, è in questa provincia che viene prodotta la famosa Mozzarella di Bufala, una vera istituzione della gastronomia italiana. Quindi assapora i piaceri della gastronomia locale senza moderazione, dopotutto sei in vacanza, vero?

  • Sorrento

Ecco l’ultimo must-see in Campania. Sorrento è una città del Golfo di Napoli, famosa nel mondo per il locale digestivo, il limoncello. Situata di fronte a Capri, è anche e soprattutto dominata dal Vesuvio.

A Sorrento, dirigiti al Museo Correale di Terranova, un’ex casa patrizia. La visita al museo permetterà di ammirare una delle più importanti collezioni di porcellane di Capodimonte, prodotte a Napoli nell’omonima fabbrica. Da vedere anche la Basilica di Sant’Antonio e la Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo. Termina con una nuotata ai Bagni della Regina Giovanna, una piscina naturale circondata da roccia dove l’acqua turchese ti darà l’impressione di essere dall’altra parte del mondo.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)