Il nuovo modo di leggere Napoli

Napoli, controlli anti-covid nel centro storico: multate 11 persone, chiusi 2 bar

di / 0 Commenti / 178 Visite / 13 dicembre, 2020

130962049_833137277259649_960732693602762443_oWeekend di controlli per gli agenti del Commissariato PS Decumani e i militari della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Napoli per garantire il rispetto delle normative anti-covid.
Le forze dell’ordine hanno perlustrato le strade del centro storico cittadino, particolarmente affollate nel weekend: 141 persone identificate, 11 quelle sanzionate per inottemperanza alle misure anti Covid, poiché erano in strada oltre l’orario consentito e prive di mascherina.

Due bar sono stati chiusi per 5 giorni. I titolari dei due esercizi commerciali, uno in Piazzetta Nilo e l’altro in via Mezzocannone, sono stati anche sanzionati con una multa di 400 euro. La chiusura è stata invece disposta per inottemperanza alle misure anti-Covid perché sorpresi a vendere bevande pronte per l’immediato consumo all’esterno del locale.

A sedare polemiche ed allarmismi circa l’elevato numero di persone che affollano le strade della città, ci ha pensato il sindaco de Magistris:  “Spero non si ricominci con la litania della meraviglia di vedere le strade con le persone perché sembra di vivere a momenti il festival della stupidità. – ha dichiarato il primo cittadino di Napoli – La settimana prossima ne vedrete il triplo di gente, se ci sarà la zona gialla ne vedrete il triplo perché le persone escono. Però io vedo il dato positivo che il 95% delle persone ha la mascherina, non sono degli untori e sono persone che rispettano le regole. Se nel DPCM è scritto che in zona arancione si può uscire, le persone escono. Se qualcuno si meraviglia che vede gente per strada è una persona che non ha una quantità di cervello particolarmente ossigenato. Poi se ci sono degli assembramenti particolari, ci saranno le forze di polizia, ma le persone che camminano per strada non è assembramento. È camminamento per le strade della città e questo accade a Napoli, a Riccione, a Bologna.”

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)