Il nuovo modo di leggere Napoli

“Forcella è casa mia”: venerdì 4 giugno azione di cittadinanza attiva sul corretto conferimento dei rifiuti

di / 0 Commenti / 137 Visite / 3 giugno, 2021

whatsapp-image-2021-06-03-at-12-26-59Venerdì 4 giugno alle ore 10:00 si terrà per le strade di Forcella un’azione educativa di comunità sul corretto conferimento dei rifiuti, con la partecipazione di studenti, docenti, associazioni ed istituzioni, per sensibilizzare la popolazione al rispetto delle regole e all’uso di alcuni servizi messi a disposizione dal Comune, come la raccolta mobile degli ingombranti e degli oli alimentari esausti.

L’evento è organizzato dalle associazioni promotrici dei progetti “Fa.Re. Comunità a Forcella” e “RigenerArte”, sostenuti dalla Fondazione Banco di Napoli, finalizzati a formare famiglie responsabili per una comunità educante a Forcella e riqualificare il quartiere sotto l’aspetto della vivibilità e del turismo sostenibile.

Partiti mesi fa sotto la spinta delle associazioni Annalisa Durante, Legambiente Parco Letterario Vesuvio, Samb e Diop, Manallart, I Teatrini, Fiab Napoli Cicloverdi e cooperativa sociale METI, i progetti hanno esteso l’invito a scuole, parrocchie, commercianti ed istituzioni per coinvolgerli nell’ambizioso percorso di rigenerazione del quartiere. Il Comitato civico Rinascita di Forcella, tra i primi ad unirsi ai proponenti in maniera attiva e propositiva, parteciperà con l’ I.C. Statale Adelaide Ristori e la Scuola Cardinale Ursi. Queste ultime hanno organizzato la partecipazione di alcune classi di studenti alla manifestazione. “Bisogna insegnare ai nostri alunni ad amare, a rispettare lo spazio in cui vivono, che è spazio comune di vita condivisa con gli altri. Il quartiere, la scuola sono la loro casa e come tale devono contribuire a renderla accogliente per se stessi e per chi vorrà visitarla” è il commento rilasciato dalla preside Stefania Colicelli dell’I.C. Ristori.

Nonostante la pandemia e gli organici ridotti, l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli e le Municipalità 2 e 4, insieme ad ASIA, stanno fornendo le prime risposte alle richieste delle associazioni – hanno dichiarato Giuseppe Perna dell’associazione Annalisa Durante capofila del partenariato e Paola Silvi di Legambiente PLV, referente per la linea del turismo sostenibile.  E’ stato attrezzato un punto di raccolta mobile settimanale degli ingombranti in piazza Calenda e un punto di raccolta mensile degli oli alimentari esausti. Ora attendiamo il ripristino graduale della raccolta della differenziata e l’eliminazione dei cassonetti dell’indifferenziato dalle aree antistanti alle Chiese di Sant’Agrippino e Santa Maria a Piazza, divenute nel tempo luogo di sversamento abusivo degli ingombranti e di concentrazione di rifiuti, che contribuiscono ad aumentare il degrado. Siamo contenti che le istituzioni saranno presenti alla manifestazione per promuovere con tutte le associazioni il necessario cambiamento”.

Su tale area e sull’aiuola simboleggiante la storica “Y” di Forcella, i partner di Fa.Re. Comunità e RigenerArte hanno sviluppato una progettazione partecipata con i cittadini, che prevede la realizzazione di interventi di urbanismo tattico tesi a riqualificare l’area con creazioni artistiche removibili, per le quali la Municipalità 2 ha espresso parere favorevole. “Tardano a pervenire, sul punto, i riscontri richiesti dalla Municipalità a Comune di Napoli e Soprintendenza, nonostante le comunicazioni inoltrate e gli incontri effettuati negli ultimi 6 mesi” hanno precisato i rappresentanti delle altre associazioni, “ma siamo fiduciosi che ciò possa avvenire nei prossimi giorni. Ce lo auguriamo. Per Napoli e per Forcella”!

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)