Il nuovo modo di leggere Napoli

Morto all’età di 75 anni il giornalista Giampiero Galeazzi, volto storico della tv italiana

di / 0 Commenti / 38 Visite / 12 novembre, 2021

foto-giampiero-galeazziLutto nel mondo del giornalismo sportivo: morto Giampiero Galeazzi, volto televisivo Rai ed ex canottiere aveva compiuto 75 anni lo scorso 18 maggio. Galeazzi combatteva da tempo contro una grave forma di diabete. Telecronista storico di imprese sportive, la voce di Galeazzi ha raccontato agli italiani le gesta di moltissimi eroi sportivi. La sua voce profonda e inconfondibile rimarrà nelle orecchie e nella memoria di tutti gli italiani appassionati di sport.

L’ultima apparizione televisiva di Giampiero Galeazzi risale a tre anni fa a Domenica In.

Nato a Roma il 18 maggio 1946, Giampiero Galeazzi trascorse la gioventù tra studio e sport. Laureatosi in Economia, lavorò per qualche mese nell’ufficio marketing e pubblicità della Fiat a Torino. La sua strada però era un’altra. Galeazzi intraprese una carriera da professionista nel canottaggio e vinse il campionato italiano del singolo nel 1967.

La passione per lo sport lo portò ad entrare in Rai in qualità di giornalista sportivo: prima alla radio e poi in tv, prima alla Domenica Sportiva e poi a Mercoledì Sport. Tra le sue telecronache più celebri ricordiamo quella della medaglia d’oro dei fratelli Abbagnale a Seul nel 1988 e quella del duo Rossi-Bonomi Sydney 2000. Leggendarie le sue interviste negli spogliatoi prima e dopo le gare della Nazionale e le corse in campo durante le feste scudetto che hanno segnato un’epoca come quelle del Napoli di Maradona (1987) o del Verona (1985). Dal 1992 al 1999 ha condotto 90esimo Minuto e ha partecipato alla conduzione del festival di Sanremo del 1996, accanto a Pippo Baudo. Nel 2010 e nel 2012 ha partecipato a Notti Mondiali e Notti Europee.

Oltre al giornalismo sportivo, Giampiero Galeazzi seguì per la Rai anche tutt’altra guisa di eventi. Il cronista seguì ad esempio lo storico incontro tra il presidente americano Ronald Reagan e il segretario del partito comunista dell’Urss Michail Gorbaciov.

Tantissimi i messaggi di cordoglio pubblicati sui social dagli sportivi, ma anche dai personaggi del mondo dello spettacolo e della politica.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)