Il nuovo modo di leggere Napoli

Attività antincendio: tutto quello che c’è da sapere

di / 0 Commenti / 10 Visite / 10 gennaio, 2022

antincendio-rbPraticamente quando si parla di antincendio si parla di tutte quelle azioni che hanno l’obiettivo di prevenire il rischio perché avvenga un incendio e questo implica che quando ad esempio bisogna costruire un edificio per delle attività commerciali e industriali questa è una delle prime cose da tenere in considerazione

 

Naturalmente poi quando si fa riferimento alle attività antincendio bisogna collegarsi  alla normativa che può essere  più o meno stringente dipendendo dalle attività in questione potranno essere divise attività ad alto rischio a medio o a basso rischio

 

Altra cosa molto importante riguarda il fatto che è un’attività di prevenzione anti incendiò ad esempio all’interno di un’azienda deve essere svolta da operatori che conoscono bene la normativa e che devono sapere come  rapportarsi a al comando provinciale dei Vigili del Fuoco ad esempio parliamo dei classici responsabili antincendio che in ogni ditta ci sono

 

Dobbiamo considerare che questa attività di prevenzione degli incidenti è molto importante a livello pubblico perché bisogna conseguire degli obiettivi che riguardano la sicurezza della vita umana in primis e dell’incolumità delle persone e poi anche la tutela dei beni e difesa  dell’ambiente che sono quattro obiettivi assolutamente importanti come tutti immagineremo

 

La prima cosa sarà naturalmente conoscere a memoria la normativa antincendio per quanto riguarda le attività a basso rischio o a medio rischio e quindi anche il rilascio della cosiddetta certificazione di prevenzione incendi, che è rilasciata per quelle attività che invece sono considerate ritenute ad alto rischio considerando che poi la normativa si è molto evoluta negli anni e soprattutto per semplificare le procedure amministrative e soprattutto per il fatto che c’è una sensibilizzazione maggiore sull’argomento

 

Le attività antincendio dipendono dalla categoria  di rischio

 

Come dicevamo nel titolo poi quali tipi di attività antincendio bisogna fare dipende dalla categoria di rischio che noi abbiamo diviso tra la A, la B, la C e per quanto riguarda la A Parliamo delle attività a basso rischio dove non bisogna chiedere ai vigili del fuoco la valutazione del progetto e soprattutto  dove i sopralluoghi vengono fatti a Campione.

 

Mentre poi quando si passa alle attività a medio rischio cioè quelle attività della categoria B intanto bisogna richiedere la valutazione del progetto ai vigili del fuoco, quest’ultimo potranno fare dei sopralluoghi a campione e dovranno rilasciare su richiesta un verbale a titolare e queste sono le  cose più importanti diciamo così

 

Infine si arriva alle attività ad alto rischio quelli della categoria C che richiedono anche qui alla valutazione del progetto da parte dei Vigili del Fuoco e anche qui i sopralluoghi per il rilascio di quella certificazione di cui parlavamo e comunque sono conservate dell’attività molto delicate e gli al rischio incendio e quindi devono avere una massima attenzione
In tutto questo contesto rientra la manutenzione degli impianti antincendio, che è  proprio il primo aspetto che non bisogna mai  trascurare e dal quale dipende la sicurezza e l’incolumità delle persone, perché è chiaro che quando c’è  un efficiente sistema di rilevazione e spegnimento dei fumi tutto potrebbe  andare molto meglio

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)