Il nuovo modo di leggere Napoli

“Giro d’Italia”: è un tributo ai sapori della Sicilia la pizza del mese della “Pizzeria Prisco”

di / 0 Commenti / 452 Visite / 14 marzo, 2018

img-20180313-wa0003Secondo appuntamento con il tour enogastronomico proposto dalla Pizzeria Prisco di Boscotrecase che dopo aver ideato una pizza con alcuni dei prodotti più caratteristici della Puglia che ha riscosso un notevole successo, si spinge ancora più a Sud per raggiungere la Sicilia.

Salsiccia nostrana spadellata con cipollotto e vino rosso d’Avola, provola fresca, crema di pistacchi di Bronte e zeste di arancia fresca: un mix di sapori tanto inedito quanto interessante che omaggia ed esalta la versatilità della pizza che, grazie alla fusione di competenze maturate da Giacomo Prisco in veste di barman e da Giovanni Prisco come pizzaiolo, dimostra di potersi adattare a tutte le versioni, dalle più semplici alle più ricercate, nell’ossequioso rispetto della tradizione, almeno secondo il credo del pizzaiolo di casa Prisco, uno dei pizzaioli più giovani e promettenti della scena partenopea contemporanea, ma fedele e devoto osservatore dei principi cardine che hanno fatto della pizza la pietanza più amata e gustata al mondo.

img-20180313-wa0002I pistacchi di Bronte rappresentano uno dei must più utilizzati dai pizzaioli che sperimentano e propongono nuove versioni di pizze e che Giovanni Prisco ama utilizzare sotto forma di crema da fondere ad altri sapori. Una delle primizie siciliane più apprezzate da chef e cultori della gastronomia, dunque, in questo caso viene adoperata dal pizzaiolo di Boscotrecase per amalgamare un insieme di sapori che effettivamente portano in tavola un’ode ai sapori di Sicilia.

L’apoteosi del tributo alla regione più meridionale dello stivale va riscontrato nella fusione tra i sapori di casa nostra, personificati dalla salsiccia, ma anche dalla provola fresca, e una delle espressioni più eloquenti del carattere siciliano: il vino Nero d’Avola, un vino rosso prodotto in tutto il territorio della Sicilia, dall’omonimo vitigno. Il Nero d’Avola si presenta alla vista di un gradevole rosso rubino, più o meno intenso a seconda delle tipologie del vigneto, della sua giacitura e dell’invecchiamento, ha un gusto con sentori di bacca, di ciliegia, prugna, nelle migliori zone presenta note speziate e balsamiche.

Le scorze d’arancia, infine, vengono usate per insaporire, profumare e dare colore a varie preparazioni, proiettando tutti i sensi in questo viaggio enogastronomico servito in tavola grazie ad una pizza.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)