Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Napoli Centrale nasce da “Campagna”

by / 0 Comments / 278 View / 23 gennaio, 2015

napcentraleJazz, funky, rock e magia si fondono a parole portatrici di una forte denuncia sociale, cantate in napoletano. Quello che attraverso quel sound propriamente emerge non come un dialetto, bensì come una lingua.

Fu proprio il vendutissimo singolo Campagna a lanciare il primo album di Napoli Centrale.

Inizia, così, con il singolo Campagna, nel 1975, la storia di Napoli Centrale, gruppo fondato da James Senese (sax e voce) e Franco Del Prete (batteria) dopo l’esperienza degli Showmen. Con loro, il tastierista americano Mark Harris e il bassista inglese Tony Walmsley.

Campagna è la condizione dei lavoratori e i sacrifici che contraddistinguono la vita agricola, quindi, scene estrapolate dalla vita reale convertite in musica e contaminate da un affascinante e sopraffino mix di pregevoli alchimie musicali, derivanti dalla fusione e contaminazione della peculiare storia, umana ed artistica, di ogni singolo membro della band.

Un gruppo musicale nel senso più pieno e completo del termine, capace di conferire una voce autorevole ed autoritaria a Napoli, alle sue complesse dinamiche, ma anche alle sue più sommesse e marginali problematiche:

 

Chiove o jesce ‘o sole,
chi è bracciante a San Nicola
ca butteglia chine ‘e vine
tutte ‘e juorne va a zappà

Campagna, campagna
comme è bella ‘a campagna

Campagna, campagna
comme è bella ‘a campagna
ma è cchiù bella pe’ ‘o padrone
ca se enghie ‘e sacche d’oro
e ‘a padrona sua signora
ca si ‘ngrassa sempre cchiù
ma chi zappa chesta terra
pe’ nu muorz’ ‘e pane niro
ca ‘a campagna si ritrova
d’acqua strutt’ e culo rutto

Campagna, campagna
comme è bella ‘a campagna

Chiove e jesce ‘o sole
pe’ aiutà pure isse ‘a varca
pure ‘o figlio do bracciante
‘nzieme ‘o pate va a zappà

Campagna, campagna
comme è bella ‘a campagna

è cchiù bella pe’ ‘e figlie
do padrone della terra
ca ce vene sulamente
cu ll’amice a pazzià
ma po’ figlio do bracciante
‘a campagna è n’ata cosa
‘a campagna è sulamente
rine rutt’ e niente cchiù.

Campagna, campagna
comme è bella ‘a campagna

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)