Il nuovo modo di leggere Napoli

Appostamenti, lettere minacciose e violazioni della privacy: quando il fan diventa stalker

di / 0 Commenti / 123 Visite / 10 maggio, 2015

imagesEssere famosi comporta sicuramente numerosi vantaggi: cachet da capogiro, tour mondiali e migliaia di persone che sfiderebbero ogni tipo di situazione pur di vedere per pochi secondi il loro idolo. Ci sono persone, però, che non si limitano a dimostrare il loro affetto e il loro appoggio ai protagonisti dello showbiz, ma diventano delle vere e proprie presenze ingombranti, tra sformando il loro “essere fan di .. “ in “essere stalker di .. “.

Sono decine e decine i personaggi famosi, italiani e internazionali, che in passato hanno denunciato dei fan fin troppo ossessivi, che hanno riservato ai malcapitati delle “attenzioni” al limite dell’illegale.

L’ultima star, in ordine cronologico, che ha avuto a che fare con fan indesiderati, è stata Sandra Bullock, attrice americana e premio Oscar che, proprio nei giorni scorsi, si è presentata in tribunale per riconoscere l’uomo che, lo scorso anno, violò la sua privacy. L’ospite indesiderato si intrufolò nella villa hollywoodiana dell’attrice aggirando ogni tipo di misure di sicurezza: la Bullock, temendo per la sua incolumità, si rifugiò nell’armadio della sua camera e, dall’interno, chiamò la polizia in preda ad una vera e propria crisi di panico. Tuttavia, l’uomo ha negato l’accaduto dichiarando di non aver avuto nessuna intenzione negativa nei confronti dell’attrice e che i suoi comportamenti sono stati del tutto fraintesi, nonostante ci siano decine di filmati a dichiarare il contrario.

Ma la Bullock non è l’unica ad aver vissuto con la costante paura di essere assaltata dai suoi fan/stalker, anche nel nostro Belpaese ci sono state delle “vittime celebri”, le cui storie hanno avuto dei risvolti più o meno significativi. Una delle vicende di stalker a personaggi famosi che più ha tenuto banco è legata al personaggio di Michelle Hunziker, il cui molestatore ha scontato un anno di carcere tra il 2010 e il 2011 per aver letteralmente perseguitato la showgirl svizzera con lettere e chiamate minatorie, appostamenti e minacce per vari anni, fino a quando Michelle si decise di denunciare il tutto. La bella svizzera non si limitò soltanto a questo: grazie alla collaborazione dell’Avvocato Giulia Bongiorno, creò l’associazione “Doppia Difesa”, dove le donne vittime di stalker o abusi potevano trovare un valido appoggio per fronteggiare il loro disagio.

Gli episodi di ossessività nei confronti delle star non riguardano soltanto showgirl e attrici belle e avvenenti, spesso ci ritroviamo a dover raccontare di episodi dove anche attori e showman hanno il loro bel da fare con delle fan fin troppo sfegatate: l’ultimo in ordine cronologico è Francesco Facchinetti che, nelle scorse settimane, ha presenziato al processo contro la donna che da anni minacciava di compiere atti sconsiderati nei suoi confronti e in quelli della sua famiglia.

A causa di queste manifestazioni di interesse fin troppo insistenti, molte star cercano di tenere privati alcuni aspetti della loro vita che potrebbero suscitare comportamenti compulsivi – ossessivi nei loro confronti, mentre altre hanno addirittura assunto delle vere e proprie squadre di sicurezza per controlli H24.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)