Il nuovo modo di leggere Napoli

Gli antichi sapori della Lucania

di / 0 Commenti / 465 Visite / 13 maggio, 2015

LucaniaLa Lucania, terra di boschi verdeggianti e selvaggi prati, è una piccola regione del Sud dell’Italia poco conosciuta. Gode di una vegetazione incolta e gli abitanti, per lo più agricoltori e mezzadri, vivono seguendo le antiche tradizioni della vita di campagna: duro lavoro nei campi, allevamento e prodotti genuini da coltivare nelle terre e negli orti. Negli ultimi anni è incrementato il numero dei turisti, soprattutto durante il periodo della bella stagione, quando il freddo e lungo inverno, cede il posto a caldi estati miti. Tra le “meraviglie” lucane un posto particolare merita la gastronomia. Si annoverano i prodotti tipici e i sapori perduti dell’antico popolo lucano.

La Lucania, terra prevalentemente montuosa, offre prodotti locali che sono rappresentati in particolar modo da insaccati, si ricordino soprattutto salumi di maiale e di cinghiale come la sopressata, una sorta di salame con pepe, formaggi di ovini e caprini, il più famoso della zona è il Canestrato di Moliterno IGP e naturalmente gli immancabili prodotti della terra.  Tra le eccellenze lucane vantano un primato italiano i fagioli del paese di Sarconi nella Val d’Agri, le melanzane rosse di Rotonda e i peperoni di Senise. Tutti i prodotti e i sapori tipici della Lucania conservano il marchio di buona qualità, hanno ottenuto il riconoscimento IGP o DOP ed in seguito sono stati definiti i processi e le modalità di produzione.

Lucania

Alta e stimata è la selezionata qualità e produzione artigianale anche dei vini che gli esperti del settore offrono ai clienti e consumatori. I vini DOC e IGT sono stati scelti tra le case vinicole che usano metodi e processi biologici per fermentare il vino e per la coltivazione della vite. La Lucania vanta, inoltre, una millenaria tradizione di viticoltura, le cui parole chiave sono da sempre impegno, sapienza e passione. Un altro prodotto lucano che gode di un certo prestigio nelle regioni del Sud è l’olio. Tra i migliori, si ricordano e si annoverano le produzioni dell’Olio di Stigliano e l’Olio di Montemurro, entrambi tutti prodotti e confezionati attraverso metodi artigianali, coltivazioni ecologiche e tecniche che rispettano l’ambiente e le giuste misure di tutela.

Si considerano di importanza e rilevanza nazionale anche le confetture Lucane, come la Pasta  Artigianale o fatta in casa e tutti i prodotti tipici da forno, come il pane di grano duro e grano tenero,  che seguono una metodologia di produzione e di conservazione artigianale. La gastronomia e i prodotti tipici lucani sono diventati la principale fonte di attrazione della piccola regione della Basilicata, che guadagna così un posto importante a livello nazionale, soprattutto per la buona qualità e produzione artigianale dei sapori lucani. A sostegno e diffusione della prelibatezza dei prodotti genuini le proloco locali dei singoli paesini della Lucania organizzano di anno in anno feste, sagre paesane, eventi per incrementare e far conoscere questo piccolo angolo di paradiso della cucina italiana. E si sa, dove si mangia bene, si vive più a lungo e meglio.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)