Il nuovo modo di leggere Napoli

Poker al Midtjylland!

di / 0 Commenti / 18 Visite / 23 ottobre, 2015

2015-10-22_20-03-08Gli azzurri ipotecano la qualificazione vincendo anche in Danimarca: 4-1 al Midtjylland grazie alla doppietta di Gabbiadini e alle reti di Callejon nel primo tempo e Higuian, entrato a gara in corso, nel finale; inutile il gol di Pusic. Il Napoli ora è da solo al primo posto nel girone con 9 punti staccando proprio i danesi che restano fermi a quota 6; Brugge e Legia pareggiano nelll’altra partita guadagnando così il loro primo punto in classifica.

Le scelte

Sarri opta per un ampio turnover: in difesa Chiriches prende il posto di Albiol e sulla destra Maggio fa rifiatare Hysaj; a centrocampo spazio a Valdifiori e David Lopez che rimpiazzano rispettivamente Jorginho e Hamsik; in attacco El Kaddouri e Gabbiadini dal primo minuto con Insigne e Higuian in panchina.

La partita

Non partono benissimo gli azzurri anche per merito dell’ottimo pressing del Midtjylland. Però al 19′ Callejon sblocca la gara: lancio perfetto di Koulibaly per lo spagnolo che supera il portiere avversario con un pallonetto al volo. A questo punto sale in cattedra il Napoli ma specialmente si scatena Gabbiadini: al minuto 31 Allan serve l’ex Samp che di prima batte Andersen con la palla che batte prima sul palo e poi entra in rete; otto minuti dopo Manolo s’inventa un gol da cineteca concludendo dalla lunghissima distanza piazzando il pallone proprio all’incrocio dei pali. Giochi virtualmente chiusi ma a tre minuti dall’intervallo i danesi accorciano le distanze con Pusic che trova la giusta deviazione sotto porta. Nel finale Callejon sfiora la doppietta personale cogliendo la traversa. Finisce il primo tempo sul 1-3. Nella ripresa gli azzurri gestiscono e Sarri richiama in panchina Allan e Callejon facendoli rifiatre un pò e inserisce Hamsik e Higuian. Al 76′ Koulibaly compie un vero e proprio miracolo salvando sulla linea una conclusione di Royer; due minuti dopo il Napoli risponde con Higuain che ci prova da distanza siderale con un tiro centrale ma potente che l’estremo difensore avversario respinge non senza qualche difficoltà. Intanto esce anche Ghoulam che concede a Strinic l’esordio stagionale. Nel recupero i danesi creano due occasioni prima con Mabil che coglie la traversa con un tiro-cross insidiosissimo e poi ancora con Royer ma Reina compie una bella parata. Allo scadere è proprio il Pipita a calare il poker: l’argentino scambia bene con El Kaddouri al limite e infine trafigge Andersen in diagonale. Cala il sipario. Ora di nuovo il campionato: domenica sera c’è il posticipo al Bentegodi contro il Chievo.

Il migliore

Gabbiadini è stato il cosiddetto “man of the match”: doppietta con tanto di conclusione all’incrocio da trenta metri. Molto bene anche Callejon, il primo ad andare in rete con un delizioso pallonetto e più volte vicino alla doppietta personale (anche una traversa per lui) e il solito Koulibaly, autore, tra le altre cose, di un grande assist sul primo gol.

Il tabellino

Marcatori: 20′ Callejon, 31′ Gabbiadini, 40′ Gabbiadini (N), 43′ Pusic (M), 94′ Higuain (N)

Midtjylland (4-4-2): Andersen; Romer, Hansen, Sviatchenko, Novak; Duelund (73′ Mabil), Sparv, Poulsen, Royer; Pusic (62′ Onuachu), Rasmussen (73′ Larsen). Allenatore: Jess Thorup

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam (80′ Strinic); Allan (60′ Hamsik), Valdifiori, Lopez; Callejon (64′ Higuain), Gabbiadini, El Kaddouri. Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitro: Gozubuyuk

Ammoniti: Koulibaly (N)

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)