Il nuovo modo di leggere Napoli

Trofie alla crema di noci, speck e provola: la ricetta di “Mimmo il Pastaio”

di / 0 Commenti / 248 Visite / 18 luglio, 2020

1589442088_c58df92100afe01473bdbd387a53e204a5ebe5da-1589403789-640x427

“I buongustai perennemente alla ricerca di ricette semplici e gustose, apprezzeranno particolarmente questa ricetta: trofie alla crema di noci, speck e provola – spiega Domenico Scognamiglio, pastaio doc meglio conosciuto come Mimmo il Pastaio e proprietario del laboratorio di pasta artigianale “Il Tortellino Pasta Fresca” che da decenni dalla periferia orientale di Napoli rifornisce con le sue prelibatezze le strutture alberghiere e i ristoranti più quotati della Campania – Le trofie sono una variante di pasta che ben si sposa con i sapori estivi e con pesto di verdure e con creme, amalgamandosi alla perfezione. Saporite ed appetitose, le trofie sono la pasta ideale da abbinare anche alle insalate di pasta, se siete stanchi del solito riso.

18076703_1857752054467069_7863739160978890325_o

Il condimento che vi propongo è golosissimo, il sapore delle noci e quello dello speck sono un binomio perfetto, esaltato e suggellato dalla gusto della provola.”

Ingredienti: 

  • 500 gr di trofie
  • 150 gr di noci sgusciate
  • 20 gr di pinoli
  • 1 confezione di panna da cucina
  • 3 cucchiai di latte
  • 100 gr di speck
  • 1 cucchiaio abbondante di olio extravergine
  • sale e pepe q.b,
  • parmigiano grattugiato q.b
  • 200 gr di provola

Preparazione:

Inserite in un mixer le noci, i pinoli, la panna, il latte e l’olio. Salate e pepate quanto basta e frullate fino ad ottenere un composto molto cremoso e omogeneo, privo di grumi.

Tagliate lo speck a striscioline sottili e riscaldate una padella antiaderente con un filo d’olio. Rosolate lo speck per un minuto, a fiamma vivace e spegnete.

Lessate le trofie in abbondante acqua salata e scolatele al dente, conservando un mestolo d’acqua di cottura. Versate le trofie nella crema di noci e aggiungete lo speck e la provola precedentemente tagliata a cubetti. Mantecate a fiamma vivace il tutto, condite con una generosa spolverata di parmigiano, un filo d’olio e un pizzico di pepe.

Se volte ottenere un condimento più leggero, ma ugualmente gustoso, potete sostituire la panna con il latte.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)