Il nuovo modo di leggere Napoli

Braciolette all’antica: la ricetta

di / 0 Commenti / 72 Visite / 11 febbraio, 2020

hd750x421 Le braciolette all’antica sono un piatto della cucina napoletana sconosciuto a molti. Un piatto che spopolava sulle tavole dei campani durante il pranzo della domenica e che, come molte ricette della tradizione povera, prevede l’utilizzo del pane raffermo, per non sprecarne nemmeno una briciola.

Se dovesse avanzarvi della carne macinata, vi consigliamo di preparare delle polpette al ragù per servire in tavola tutti i sapori squisitamente partenopei.

INGREDIENTI

  • CARNE MACINATA DI MANZO 500 gr
  • MOLLICA DI PANE raffermo – 200 gr
  • PARMIGIANO REGGIANO 150 gr
  • SPICCHIO DI AGLIO 1
  • STRUTTO oppure burro – 20 gr
  • PREZZEMOLO ½ ciuffi
  • MAGGIORANA q.b.
  • SALE q.b.
  • PEPE NERO q.b.
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA (EVO) 4 cucchiai da tavola

PREPARAZIONE

Bagnare la mollica di pane, strizzarla e mescolarla in una terrina con la carne macinata, il prezzemolo e l’aglio tritati, il parmigiano e l’uovo. Aggiungere un pizzico di sale e pepe, la sugna e la maggiorana e amalgamare tutti gli ingredienti.

Formare delle crocchette lunghe circa 7 centimetri e alternarle sugli spiedini a fettine di pane raffermo, iniziando e terminando con il pane.

Adagiare gli spiedini in una pirofila unta di olio. Aggiungere qualche fiocchetto di burro, e cuocere in forno preriscaldato per circa mezz’ora.

Quando saranno colorite, togliere le braciolette dal forno, sfilarle dagli spiedini e servire in tavola.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)