Il nuovo modo di leggere Napoli

Coniglio all’ischitana: la ricetta

di / 0 Commenti / 664 Visite / 28 ottobre, 2019

taverna_verde_coniglio-6544 Il Coniglio all’Ischitana è uno dei biglietti da visita per antonomasia della tradizione gastronomica dell’isola verde. La particolarità di questa ricetta che vanta una preparazione piuttosto lunga, sta soprattutto nella materia prima. I conigli dell’isola sono detti da fossa, poichè allevati in buche profonde (3/4 metri) dove possono scavare e muoversi in lunghi cunicoli. Questo conferisce alle carni del coniglio maggior sapore e consistenza rispetto ai conigli allevati nelle gabbie.

Ingredienti

  • un coniglio intero
  • 10 pomodori
  • una testa d’aglio intera
  • prezzemolo
  • basilico
  • timo
  • rosmarino
  • peperoncino
  • 2 dl di vino bianco secco
  • 40 gr di strutto
  • 1,5 dl olio
  • brodo
  • sale
  • pepe

Procedimento:

La ricetta originale vuole che il coniglio venga preparato con tutte le interiora.

Prendere il coniglio, spellarlo, togliete intestini e fegato e fatelo a pezzi. Mettere da parte le interiora. Sciacquare i pezzi ottenuti con il vino bianco. Se si dispone di più tempo, farli marinare nel vino per circa 2 ore.

In una casseruola di terracotta, fare soffriggere la testa d’aglio e il peperoncino, quando l’aglio sarà imbiondito toglierlo e rosolare i pezzi di coniglio.

Per un risultato migliore, rosolare pochi pezzi alla volta, mettendoli, una volta dorati, da una parte. Terminati tutti i pezzi, riunirli insieme nel tegame di terracotta, aggiungere il vino, salare e cuocere per circa 30 minuti a fuoco moderato. Se si dovesse seccare troppo, aggiungere di tanto in tanto del brodo.

Aggiungere i pomodori sgocciolati tagliati a pezzi, tutte le spezie, lo strutto e le interiora. Salare e pepare. Far cuocere per un altro quarto d’ora a fuoco lento. Girare di tanto in tanto. Il segreto in questa fase sta nel far tirare bene il sugo, fino quasi a far attaccare il coniglio al tegame, per aggiungere poi qualche minuto prima di spegnere il fuoco del brodo che renda il sugo denso e consistente.

Il coniglio è pronto per essere servito in tavola. La tradizione lo vuole accompagnato dalle patate fritte e dall’insalata mista.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)